Roma, come aprire un sexy shop

La nostra società non è ancora totalmente pronta a questo genere di negozi, da questo ne deriva che la scelta del luogo ove si troverà il locale risulta essere di vitale importanza, vi facciamo un esempio, se lo aprirete in una zona moto affollata, la clientela risulterà essere minore e viceversa.

A Roma in questi ultimi anni sono state aperte molte attività del genere e questo grazie al capitale minimo iniziale per aprire ed al fatto che la clientela che si rivolge a questi negozi è veramente moltissima.

Di base avrete tre tipologie di negozio che potrete aprire:

– Negozio fisico
– Negozio con distributori automatici
– Franchising
– E-commerce online

Negozio fisico

Questa soluzione è la più costosa fra le quattro ma sicuramente è quella che offre le potenzialità di successo più alte.

Da un lato vi sono clienti che preferiscono non trovare nessuno per pudore ma molti altri prediligono avere a propria disposizione un esperto del settore, diciamo che viene a crearsi una confidenza speciale intima con il proprietario.

Dovrete consultare le normative emanate dalla Polizia Municipale per verificare se sussistano dei divieti all’apertura di un punto vendita del genere, controllare se nei pressi è presente un condominio e se questo prevede dei divieti.

Dovrete aprire una partita Iva, comunicare al Comune l’inizio dell’attività, iscrivervi al registro delle imprese (cosa che può essere fatta in modalità telematica) e apertura delle relative posizioni INPS e INAIL.

Richiedere tutti i permessi necessari per il posizionamento di una insegna, richiedere l’agibilità dei locali, comunicare a chi di competenza l’apertura dell’attività con i relativi orari di apertura al pubblico.

Ora vi diamo qualche consiglio per ottenere il massimo dalla vostra attività:

– Cercate di creare un alto livello di privacy
– Ingresso al negozio un po isolato con possibilità di facile parcheggio
– Scrivere in maniera chiara che si tratta di un negozio per adulti
– Cercate di allestire il negozio nel migliore dei modi
– La vetrina esterna deve essere coperta ed allo stesso tempo deve attirare l’attenzione del cliente

Negozio con distributori automatici

Questa tipologia di negozio non necessita la presenza fisica di personale all’interno dei locali, quindi il proprietario dovrà soltanto monitorare la presenza dei prodotti all’interno dei distributori e logicamente, in maniera periodica, scaricare gli incassi dai distributori.

Altro punto di forza è dato dal fatto che questi negozi sono aperti 24 ore su 24, 365 giorni l’anno e come ben sapete molte persone preferiscono andarci in orari notturni per non incontrare nessuno.

Franchising

In questo caso l’investimento iniziale risulta essere molto contenuto e sono disponibili svariate opzioni per il commercio, altro punto a favore, vi viene fornito un punto vendita chiavi in mano.

E-commerce online

Anche in questo caso costi sono piccoli, specialmente se decidete di optare per un sistema di drop shipping.

Tutte e quattro queste opzioni hanno dei punti in comuni per raggiungere il successo, dovrete proporre prodotti di eccellenza e di qualità superiore, la varietà dei prodotti dovrà essere massima.

Per quanto riguarda il negozio fisico dovrete anche curare la cordialità, riservatezza e disponibilità del personale che vi sarà al suo interno.

About the author

rivistainutile

View all posts